Acufene (o tinnitus): cause e cure

acufene-blog-ascolto-biologico

Indice

L’acufene è un disturbo caratterizzato dalla percezione di suoni non legati a stimoli esterni, è un rumore interno all’orecchio che viene udito soltanto dalla persona che presenta il sintomo. Ti propongo un nuovo modo naturale, senza uso di farmaci o interventi chirurgici di affrontare fischi e fruscii nell’orecchio. Prima di tutto va compresa la vera causa dell’acufene e con le chiavi di ascolto biologico potrai trovare la soluzione a questo problema che viceversa la medicina convenzionale non sembra trovare rimedio.
«Si rassegni a convivere con questo disturbo», dicono spesso gli specialisti ai pazienti che si presentano con l’acufene.

Alcuni ricercatori dell’Università di Pittsburg, negli Stati Uniti, ci avvertono che è stato compiuto un passo avanti in quanto gli “acufeni potrebbero essere dovuti a un disfunzionamento cellulare al livello del primo circuito midollare del nervo della coclea, l’orecchio interno.” A prescindere che qui il ricercatore confonde Eziologia con Patogenesi (ossia passa per eventuale causa quello che è la descrizione di un processo fisiopatologico) ancora una volta, nell’osservare i fatti, i sintomi del nostro corpo vengono interpretati come qualcosa di male, di sbagliato che il nostro organismo fa e verso il quale noi ci sentiamo impotenti.
La Scienza medica puntualizza che “gli acufeni sarebbero lo sgradito risultato di una malattia dei canali potassici al livello del nucleo in questione”. Si può curare, questa malattia? “ I ricercatori pensano che abbia efficacia un farmaco anti-epilettico che agisce sui canali del potassio, e per testarlo hanno fatto un esperimento su topi”.

Fonte: Fondazione Veronesi.
www.fondazioneveronesi.it/articoli/neuroscienze/forse-scoperta-la-causa-degli-acufeni

Acufene, cercare le cause nella persona

Senza discutere sulle aspettative che i ricercatori hanno sui possibili farmaci testati sui topi (che potranno essere eventualmente d’aiuto), la tendenza è ancora quella di cercare la soluzione al di fuori dell’individuo.
E se invece questi rumori centrassero con la storia della persona? La medicina convenzionale già riconosce di non avere le idee chiare neppure su questo problema ma tra le varie possibile cause che individua propone i fattori psicologici. Potrebbe essere, dice, che alcune situazioni particolarmente stressanti vadano a incidere in qualche modo su certi soggetti. Si spinge fin lì ma poi si ferma.
Proviamo a proseguire su questa direzione e ci troviamo ad avere una visione completamente nuova. E’ possibile che, quanto più iniziamo a considerare il corpo come un tutt’uno di psiche, cervello, organi, emozioni, tanto più sarà semplice e naturale andare alla ricerca della causa vera (l’eziologia) di un nostro sintomo fisico o disagio emotivo.

L’esperienza di Claudia Rainville

Claudia Rainville, fondatrice della Metamedicina, racconta così la propria esperienza dell’acufene di cui soffriva molti anni fa:
“Anch’io ho sofferto di acufene all’orecchio destro, e anch’io sentivo il canto delle cicale. Le cicale per me rappresentavano l’estate, le vacanze. Nel periodo in cui soffrivo di questo disturbo avevo un gran bisogno di vacanze, ma mi tenevo sotto pressione per finire di scrivere un libro che volevo far pubblicare. Al momento dell’uscita in libreria, finito lo stress da lavoro, il rumore scomparve. Tornò appena ripresi la scrittura di un nuovo libro, ma questa volta, avendo capito il problema, smisi di farmi pressione dicendomi che il libro sarebbe uscito nel momento più opportuno per me.”
Una preziosa testimonianza di come il corpo ci parla e ci dà l’opportunità, se lo ascoltiamo, di migliorare la qualità della nostra vita.

Potrebbe Interessarti anche: