Il mal di testa del sabato mattina e …il caffé!

mal-di-testa-blog-ascolto-biologico

Indice

Il mal di testa è un sintomo che conosco bene perché è un dolore di cui ho sofferto per anni. E proprio dall’emicrania tutto il percorso che mi ha portato poi a diventare terapeuta ha preso avvio.
Per anni dopo aver cercato di zittire il mio mal di testa, senza molto successo, inizialmente con il caffè e poi con classici analgesici (la gran parte dei quali funzionano perché contengono caffeina!), un giorno ho cominciato a chiedermi se questo sintomo avesse a che fare con me, con la mia biografia. Nel mio caso la risposta è arrivata forte e chiara: sì!
E ho realizzato come la nostra biologia è la nostra biografia. Come la nostra storia si imprime nelle cellule del nostro corpo.

Mal di testa, come si riconosce

Mal di testa è un termine generico. Ci sono in realtà vari tipi di mal di testa. Qui ti parlo per semplicità solo di uno, quello più comune: quello dato dalla fase di riparazione delle vertebre cervicali che gonfiando comprimono un nervo causando dolore. Lo si può riconoscere in questo modo: il dolore si concentra in modo particolare in un punto (il mio punto, per esempio era in mezzo alla fronte) muovendo la testa o premendo quel punto o massaggiando le vertebre si prova sollievo. Per portare allora la persona a un ascolto biologico del sintomo rivolgerei questa domanda:
è possibile che tu abbia vissuto una situazione in cui sentivi di non essere all’altezza? Di non essere abbastanza bravo? Di non trovare una soluzione a un tuo problema?
È poi possibile che al massimo 6 ore prima del mal di testa hai sentito di essere finalmente riuscito a ad aver portato a termine un lavoro, ad aver trovato una soluzione?

Perché a volte compare di sabato mattina?

Questo ci permette di comprendere perché il mal di testa compare a volte proprio il sabato mattina quando finalmente abbiamo tirato il fiato rispetto al lavoro. Dal momento in cui sentiamo di esserci riusciti le vertebre cervicali entrano in fase di riparazione, una fase espansiva, vagotonica, in cui il tessuto (delle vertebre) gonfia comprimendo un nervo e provocando dolore.
Per comprendere il concetto di fase di riparazione del tessuto mesodermico (le ossa, i tendini, i muscoli) ti può essere utile pensare a quando si prende una storta in seguito alla quale è normale osservare gonfiore attraverso il quale il corpo ripara.
Se durante tale fase di espansione si assume una sostanza simpaticotonica o astringente, si riduce ovviamente il gonfiore.
Ecco perché il caffè che è l’astringente più amato dagli italiani, ci aiuta a trovare sollievo temporaneo al mal di testa.

Potrebbe Interessarti anche: